Echi - Adriana Rigonat

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mostre
2016
Echi - Trieste

"L’uomo ha sempre considerato come risposta l’eco delle proprie domande.
Per Søren Aabye Kierkegaard «Io ho un solo amico, è l’eco: e perché è mio amico? Perché io amo il mio dolore e l’eco non me lo toglie. Io ho un solo confidente, è il silenzio della notte. E perché è il mio confidente? Perché il silenzio tace.» un aut aut che ci pone senza via di scampo difronte a noi stessi, ai nostri dubbi mossi dalla nostra intrinseca ricerca del perchè.
Nel mondo di oggi ombre sempre più lunghe si proiettano lungo i muri ed echi una volta apparentemente lontani rimbombano nei nostri orecchi.
L’ arte nasce quando si chiede. Quando l’inquietudine incalza.
Adriana Rigonat con la sua sensibilità cattura questi echi sospesi e con ferma ostinazione li riporta sulla superficie facendoli assumere sembianze vuote e tratti incompleti, nell’impossibilità oggettiva e melanconica di raccontare tutto di una vita, ognuna misteriosa e silente nella propria notte."
Isabella Bembo

Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu